sitemap


 
questo blog è fermo, per passaggio a nuova veste grafica all'indirizzo http://www.gradiniemappe.com/ (26/03/2015)

le altre fusioni

venerdì 20 agosto 2010

Ripubblicazione del post le altre fusioni che per un qualche motivo (click su qualche tasto sbagliato?) era sparito da blog. Per la cronaca la prima aggregazone di mind map e’ gia’ stata realizzata (su http://gradiniemappe.blogspot.com/2010/08/la-prima-mappa-di-mappe-mentali.html)
Sotto alcuni esempi di passaggio da uno stato a bassa o nulla aggregazione ad uno stato a maggior aggregazione. Anche le mind map un giorno cominceranno a raggrupparsi, a breve al mmlab di gradiniemappe

Le stelle sono organizzate in galassie, che a loro volta formano ammassi e superammassi, separati da vuoti. Prima del 1989 si pensava comunemente che i superammassi fossero le più grandi strutture esistenti nell'Universo, e che fossero distribuiti più o meno uniformemente in tutte le direzioni. Nel 1989, tuttavia, Margaret Geller e John Huchra scoprirono la "Grande Muraglia", un muro di galassie lungo più di 500 milioni di anni luce e largo 200 milioni, ma spesso solo 15 milioni di anni luce. L'esistenza di questa struttura era rimasta inosservata così a lungo perché richiedeva di localizzare migliaia di galassie in tre dimensioni, cosa possibile solo combinando le coordinate celesti di ogni galassia con l'informazione sulla distanza derivata dallo spostamento verso il rosso.
Negli studi più recenti, l'Universo appare come una collezione di giganteschi vuoti separati da muri efilamenti di galassie, con i superammassi che appaiono come nodi occasionali più densi.
Nuova Legge sulle aggregazioni e separazioni dei Comuni
1906
"È vivo il bisogno e profondamente sentito dai centri di estendere il troppo angusto territorio oramai insufficiente al razionale impianto di pubblici servigi; ma non è meno sentita la necessità da parte di Comuni e frazioni di Comuni delle nostre campagne di raggruppare le loro membra disperse e costituirle in un organismo più forte e vitale, capace di fronteggiare con successo le scabrose esigenze della vita (...).
Certo nel nostro paese occorre reagire oramai contro l’eccessivo spirito di misoneista che si manifesta specie nel campo delle amministrazioni comunali, in certe località le quali, mentre ripetono in gran parte dal centro limitrofo il loro sviluppo, la loro floridezza presente, si trincerano poi dietro considerazioni di serafica rigidezza, per non avere contatto di sorta col vicino, quando invece, le forze riunite di queste enti farebbero la fortuna avvenire e l’utile di tutto il paese".
Rapporto della Commissione d’esame del progetto di Legge sulla costituzione di nuovi Comuni, 26 giugno 1906 in: Verbali del Gran Consiglio, sessione ordinaria 1906, pp.
746-755.
dg2n2ff5_646ghpnsvdw_b2_thumb1
Si definisce molecola (dal latino scientifico "molecula", derivato a sua volta da "moles": mole, "piccola quantità") il più piccolo insieme di atomi aggregati da legami chimici, capace di esistenza allo stato libero e tale da mantenere tutte le proprietà chimiche della sostanza considerata (elemento o composto non ionico). Può esseremonoatomica, cioè costituita da un solo atomo (è il caso dei cosiddetti gas nobilielio, argon, xeno, neon e metalli), o poliatomica, cioè costituita da più atomi, uguali (omoatomica) o diversi (eteroatomica).
CITTÀ-STATO
Centro abitato, di norma con un territorio dipendente, dotato di piena autonomia di governo. Sebbene già presente in tempi antichissimi, per esempio presso i sumeri, la città stato per antonomasia fu la polis greca, che si affermò, tra l'800 e il 700 a.C., probabilmente attraverso l'unione di più villaggi attorno a un luogo sacro, collocato per lo più su un'altura, che costituì l'acropoli. Formata dalla città vera e propria, dai beni rurali circostanti, in mano a singoli cittadini, e da terreni comuni, la polis ebbe le caratteristiche di uno stato indipendente. Nonostante differenze di organizzazione politica ogni polis fu caratterizzata (l'esempio più classico è quello di Atene) da assemblee, da governi eletti dai cittadini, da leggi eguali per tutti i liberi maschi proprietari, dalla libertà d'espressione ecc. Altro esempio di diffusione su larga scala del sistema delle città-stato (o, come è anche possibile definirle, stato-città) furono i comuni medievali, in particolare italiani, anch'essi dotati di piena autonomia amministrativa e politica tanto sul piano interno quanto su quello esterno e governati in modo tendenzialmente democratico.

Mafia

Pentito svela alleanze fra clan

Maxi- operazione con 9 fermi

Le indagini si sono svolte con intercettazioni ambientali e telefoniche e con servizi di osservazione sul territorio
Blitz contro la mafia con nove arresti a Palermo. Nove persone sono state fermate la scorsa notte a Palermo in un'operazione che secondo gli inquirenti ha sventato un serio tentativo di compattare gruppi mafiosi della zona di San Lorenzo-Tommaso Natale-Resuttana e dell'area dell'Acquasanta e dell'Arenella fin qui ritenuti separati e perfino rivali. 
Dall'inchiesta, che ha ricevuto il contributo di un nuovo pentito, è emersa un'inedita alleanza tra le tre cosche, finalizzata alla gestione degli affari illeciti. I clan stavano superando i contrasti per dar vita a una nuova stagione di alleanze inedite con la gestione comune delle attività criminali. 
I fermi, disposti dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, sono stati eseguiti dal centro operativo della Dia, dalla sezione Criminalità organizzata della Squadra Mobile e dai carabinieri del Ros. Le indagini si sono svolte con intercettazioni ambientali e telefoniche e con servizi di osservazione sul territorio che hanno permesso di documentare le dinamiche associative dei due tra i più importanti mandamenti di Cosa Nostra e i loro collegamenti con altre articolazioni dell'organizzazione. 
Sono stati individuati, inoltre, i nuovi capi della famiglia di San Lorenzo e dell'Arenella-Acquasanta, e i loro uomini di fiducia. L'indagine ha evidenziato, ancora una volta, la capillare gestione dell'attività estorsiva sul territorio, e ha svelato gli interessi della mafia, che si serviva di prestanome, su diversi centri scommesse, due dei quali sequestrati.
Il nuovo collaboratore di giustizia, del quartiere Zen, ha ricostruito, nei dettagli, le dinamiche associative degli ultimi anni e, in particolare, la pace suggellata tra due gruppi storicamente nemici: quello che faceva capo al boss Gianni Nicchi, arrestato nei mesi scorsi, e quello dei Lo Piccolo, boss di San Lorenzo. Le nuove alleanze (questo è anche il nome dato all'operazione) avevano l'obiettivo di rafforzare l'organizzazione a Palermo
In gruppo e’ meglio. Se si tratta di uomini la differenza si nota subito
                                                                                                        post 141

0 commenti:

Posta un commento