sitemap


 
questo blog è fermo, per passaggio a nuova veste grafica all'indirizzo http://www.gradiniemappe.com/ (26/03/2015)

la truffa delle onlus: Banco Informatico

giovedì 23 giugno 2011

Da: francesco barnaba
Inviato: martedì 14 ottobre 2008 4.33
A: info@bancoinformatico.com
Oggetto: carità
-----------
volevo sapere, oltre ad aiutare i peruviani, i preti ecc, tu quanti ci guadagni dal banco informatico
-----------
Personalmente riesco a mantenere dignitosamente me e la mia famiglia. Quelli, come il presidente che ci legge in copia, che lo fanno come volontari (sono tanti e sono contenti di farlo) ci mettono del loro.
Ti ricordo poi che la normativa che regola le onlus non consente nessun profitto, neppure indiretto.
Se vuoi venire di persona a vedere, sarai il benvenuto.
------------
scusa ma non ho capito cosa voglia dire
"Ti ricordo poi che la normativa che regola le onlus non consente nessun profitto, neppure indiretto." e poi
"Personalmente riesco a mantenere dignitosamente me e la mia famiglia. "
se la normativa non consente nessun profitto, da dove proviene il tuo reddito?
------------
La mia retribuzione, come dipendente, deriva dalle risorse che entrano
nell associazione sotto forma di donazioni da parte di privati ed aziende,
secondo la vigente normativa fiscale che le regola, sotto forma di
finanziamenti di enti pubblici partecipando a bandi di progetti, sotto forma
di rimborso spese che chiediamo ai nostri destinatari per l approntamento
dei pc, sui quali vengono fatte operazioni di pulizia e di reinstallazione
del sistema operativo.
Quindi le risorse che entrano non costituiscono alcun profitto ma servono
unicamente a coprire i costi dell attività: struttura (magazzino e
laboratorio), trasporti, smaltimento dei rifiuti elettronici secondo le
norme vigenti, sito web, stipendi delle persone per le quali questo è il
lavoro ordinario ecc.
Saluti.
-------------
ma allora il tuo stipendio (al di la  se sia indispensabile o meno, e al di la  se l azienda in generale è senza profitto) è profitto o non è profitto?
--------------
Il mio stipendio non è profitto, come quello di qualunque dipendente.
--------------
allora diamo una definizione di profitto. Profitto è compiere un azione e riceverne in cambio
una paga, di qualsivoglia natura. Non profitto invece è compiere un azione senza riceverne in cambio niente. Quindi il tuo stipendio come puo  essere non profitto?
-------------
Sbagliato.
Profitto è la differenza tra ricavi e costi.
Il dipendente che prende lo stipendio alla fine del mese per il lavoro che
ha svolto fa profitto? No. (E  il mio caso e quello di tutti quelli che
lavorano con uno stipendio)
L associazione di volontariato (come la nostra) per la quale le entrate (che
ti ho dettagliato) sono minori o al massimo uguali alle uscite (che ti ho
dettagliato), fa profitto? No.
L azienda per la quale i ricavi superano i costi fa profitto? Sì.
-----------
io parlavo del profitto in generale, non quello dell azienda. Chiamiamolo introito, guadagno, soldi. Onlus significa dare senza volere soldi in cambio, che non è il tuo caso perchè tu lavori ma in cambio vuoi dei soldi, il tuo stipendio. Se vuoi dei soldi per il tuo lavoro, perche  allora hai accesso a dei benefici, quali donazioni e sgravi fiscali, pensati per chi non ottiene soldi dal proprio lavoro? (onlus non vuol dire senza lucro, che è solo uno spregiativo, ma senza guadagno)
-------------
Mi spiace, ma non hai capito proprio le caratteristiche di una onlus
(Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale: vuol dire proprio senza
lucro). Se per fare andare avanti la baracca serve il lavoro a tempo pieno
di qualcuno, mi dici come questo qualcuno vive se non riceve uno stipendio?
------------
e  la baracca che non va bene, perche  si basa su dei falsi dati, aziende che in un mercato normale chiuderebbero subito perchè, tornando all esempio di prima, le uscite sono sempre maggiori delle entrate, vengono tenute in vita artificialmente con donazioni, sgravi fiscali, finanziamenti pubblici ecc. mentendo, facendo credere che c è bisogno di un certo servizio quando in realta  non viene analizzato il costo di quel servizio. Per esempio le mense dei frati, vanno avanti perche  nessuno va a controllare quanto viene a costare un pasto che viene offerto ai poveri e la sua qualita , ne  i frati hanno nessuna intenzione di rendere pubblici i loro conti. E  il caso della tua azienda?
---------------------
Se non capisco male, per te possono esistere solo aziende profit, così che non ci siano donazioni o sgravi fiscali?
Andiamo a chiedere ai poveri che mangiano alle varie mense dei frati se sarebbero più contenti se tali mense chiudessero, solo perché non sanno quanto costa il servizio.
Per quanto riguarda noi, è lo stesso: senza la nostra attività moltissime persone (giovani, anziani, disabili, ecc.) non riuscirebbero ad avere un pc.
-----------------------
non ho detto di chiudere queste mense: solo che se gli stessi soldi che comune e privati affidano ai frati fossero affidati a delle non onlus, i poveri non mangerebbero piu , come accade adesso, avanzi di Siticibo o aiuti cee e i soldi spariti chissa  dove, ma pranzi normali con un valore dfi almeno 4-5 volte quello delle onlus Cioè per 10 euro che incassa una onlus da  un pranzo del valore di 2-3 euro, mentre una non onlus sarebbe costretta a dare un pranzo del valore di 10 euro
----------------------------
Allora? Hai perso la voce?


                                                 post 279 

0 commenti:

Posta un commento